SCF La normativa italiana sul diritti d’autore (LDA 633/41) e le direttive dell'Unione Europea tutelano sia i diritti degli autori ed editori per la composizione dei brani (gestiti da SIAE), sia I DIRITTI DEGLI ARTISTI E DEI PRODUTTORI CHE REALIZZANO LE REGISTRAZIONI DISCOGRAFICHE: I DIRITTI CONNESSI DISCOGRAFICI.

SCF Consorzio Fonografici è il consorzio che in Italia gestisce tali diritti per conto dei produttori discografici ad essa associati (oltre 400) e degli artisti interpreti dei brani da essi tutelati. Il compenso per i diritti connessi discografici è autonomo e indipendente rispetto a quanto dovuto a SIAE.
Chi diffonde musica registrata in pubblico, anche a scopo non di lucro, deve riconoscerli entrambi, qualunque sia il mezzo di diffusione impiegato (radio, tv, supporti fisici quali cd, dvd, lettori mp3 etc). La LDA 633/41 prevede: sanzioni penali per chi, senza l’autorizzazione dei produttori discografici, duplichi, riproduca, trasmetta o faccia ascoltare in pubblico con qualsiasi procedimento, nastri, dischi, files o supporti analoghi ovvero ogni altro mezzo contenente registrazioni o video musicali; sanzioni amministrative e pecuniarie in caso di utilizzo e diffusione in pubblico di una registrazione musicale senza autorizzazione dei produttori discografici. Tale principio è stato ampiamente riconosciuto con più sentenze in sede civile e penale (ad esempio sentenza del Tribunale di Milano n.2289/2010 o sentenza della Corte di Cassazione, Sez. III penale, n. 27074/2007).

 

Gli importi da corrispondere per i diritti connessi discografici sono stati definiti da SCF d’intesa con le Associazioni di categoria maggiormente rappresentative dei diversi settori coinvolti (distribuzione, commercio, turismo, servizi ecc.), tra cui: Confcommercio \ Fipe, Confcooperative, Confersecenti , CNA, Confartigianato, Casartigiani, FAID, Federalberghi, Aicast – Imprese Italia, Sistema Commercio e Impresa.

 

Per quanto riguarda infine gli utilizzi del repertorio che vengono effettuati nelle fasi di allenamento e/o in occasione dei corsi di avviamento/formazione/perfezionamento dei futuri atleti, sono state concluse Convenzioni con Enti di Promozione Sportiva e Federazioni Sportive Nazionali. Grazie a queste convenzioni le associazioni affiliate alle Federazioni o Enti convenzionati beneficiano di particolari riduzioni, se la licenza verrà sottoscritta entro il 31 marzo 2015, oltre tale data sarà applicato il compenso pieno. Sul sito www.scfitalia.it sono disponibili tutte le informazioni necessarie.

Prorogata la scadenza per ottenere l'applicazione dello sconto per le associazioni Fids, dal 31 marzo si passa al 30 aprile.

Per i SOCI MIDAS che hanno una associazione sportiva affiliata a FIDS o AICS è possibile ricevere assistenza sulla compilazione della relativa modulistica contattando il Presidente Regionale.