Obbligo Cardiogramma

Per gli Sportivi Non Agonisti è necessario valutare un elettrocardiogramma per il rilascio del relativo certificato medico per attività sportiva non agonistica.

Il Decreto Ministeriale del 08/08/2014 a firma del Ministro della Salute Lorenzin, e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale Serie Generale n.243 del 18-10-2014

DECRETA
Art. 1 - Ambito della disciplina
1. Il presente decreto, in attuazione del comma 2 dell'art.  42-bis del  decreto-legge  21  giugno   2013,   n.   69,   convertito,   con modificazioni, dalla legge 9 agosto 2013, n. 98, e s. m.,approva  le linee guida  di  indirizzo  in  materia  di  certificati  medici  per l'attività sportiva non agonistica,  allegate  al  presente  decreto quale parte integrante (Allegato 1).
2. E' confermato il modello del certificato di cui  all'allegato  C del decreto interministeriale 24 aprile 2013 (Allegato 2).

 

ALLEGATO 1 - LINEE GUIDA  DI  INDIRIZZO  IN  MATERIA  DI  CERTIFICATI  MEDICI  PER L'ATTIVITÀ SPORTIVA NON AGONISITICA
Definizione di attività sportiva non agonistica
1. Si  definiscono  attività  sportive  non  agonistiche  quelle praticate dai seguenti soggetti:
b) coloro che  svolgono  attività  organizzate  dal  CONI,  da società sportive affiliate alle Federazioni sportive nazionali, alle Discipline associate, agli Enti di promozione  sportiva  riconosciuti dal CONI, che non siano considerati  atleti  agonisti  ai  sensi  del decreto ministeriale 18 febbraio 1982;

Medici certificatori
1. I certificati per l'attività  sportiva  non  agonistica  sono rilasciati dai medici di medicina generale e dai pediatri  di  libera scelta, relativamente ai propri assistiti, o dai  medici  specialisti in medicina dello sport ovvero dai medici  della  Federazione  medico sportiva italiana del Comitato olimpico nazionale italiano.

Esami clinici, accertamenti e conservazione dei referti
1. Ai fini del rilascio del  certificato  medico,  e'  necessario quanto segue:
a) l'anamnesi e  l'esame  obiettivo,  completo  di  misurazione della pressione arteriosa;
b) un  elettrocardiogramma  a  riposo,  debitamente  refertato, effettuato almeno una volta nella vita;
c) un  elettrocardiogramma  basale  debitamente  refertato  con periodicità annuale per coloro che hanno superato i 60 anni di  età e che associano altri fattori di rischio cardiovascolare;

 Scarica il decreto completo